Stomatologico Cremonese srl

Medicina e Chirurgia Estetica
Laser C02

IL LASER CO2 FRAZIONALE

I vari segni che il tempo lascia sulla nostra pelle, rughe, macchie senili, melasmi/cloasmi di origine ormonale o causati dall’utilizzo di farmaci, sono inestetismi che tutti desideriamo cancellare. La medicina estetica ha messo a disposizione una innovativa tecnologia per il miglioramento estetico dei segni dell’invecchiamento: il Laser CO2 Frazionale, un trattamento “soft” che permette di ritornare alla quotidianità in tempi rapidi e con un sorriso ritrovato

UNA TECNICA PRATICATA DA TEMPO PRESSO IL MCEITALIA

Nel trattamento Laser C02, il laser emette un fascio di luce che produce una lesione frazionata della cute: viene colpita soltanto una precisa porzione di epidermide (zone microtermiche o MTZ), mentre da parte della cute “sana” viene avviato un processo di rigenerazione, finalizzato a una rapida guarigione (generalmente bastano 4 o 5 giorni). Il laser agisce per il riarrangiamento delle fibre collagene e per l’attivazione dei fibroblasti, quindi delle cellule che hanno il compito di formare nuovo collagene, acido ialuronico ed elastina – in definitiva il ringiovanimento e miglioramento del tessuto cutaneo. Il Laser C02 è un trattamento eseguito in ambulatorio, senza la necessità di anestesia, con l’impiego di creme anestetiche che aiutano e rendono soft “l’aggressione” del laser.

ZONE CHE SI POSSONO TRATTARE CON IL LASER C02

Con questo trattamento estetico, il laser frazionale viene utilizzato per agire su diversi inestetismi di viso, collo, décolleté e mani. Si interviene sulle macchie della pelle (macchie senili o solari), lentigo solari, cicatrici da acne, rughe del viso, le rughe delle labbra e altro.

I TEMPI DI GUARIGIONE

Nel periodo successivo all’intervento si assiste a un arrossamento, che può essere molto visibile, che dura 24 ore circa. In questo periodo di tempo è già partita la riepitelizzazione che viene avviata dalle zone di cute non coinvolte dal raggio luminoso. Visto che la funzione di barriera della cute è accuratamente preservata, non è necessaria nessuna terapia antibiotica dopo il trattamento. Nei giorni successivi all’intervento si assiste alla comparsa di una “pseudo-abbronzatura”, vale a dire di cute scura, che andrà incontro a esfoliazione e sarà sostituita da cute rinnovata e sana. In questi giorni si deve ricorrere all’impiego di creme idratanti, visto che la cute si presenterà molto secca. È vietata l’esposizione al sole o alle lampade abbronzanti (difatti è consigliato effettuare il trattamento nel periodo invernale).

LE SEDUTE NECESSARIE

Il numero di sedute necessarie per questo intervento estetico dipende dalla zona trattata e dalla tipologia di inestetismo. Per il ringiovanimento della pelle può anche bastare una sola seduta; invece, per fare un altro esempio, per le cicatrici da acne possono servire dalle due alle tre sedute.

CHI PUÒ SOTTOPORSI A QUESTO INTERVENTO

Non possono sottoporsi al trattamento: pazienti affetti da herpes visrus (per loro si rende necessaria una terapia specifica preintervento), donne in stato di gravidanza o allattamento, chi è affetto da dermatiti, chi si sottopone a terapie cortisoniche da diversi anni, chi ha malattie autoimmuni o malattie del collagene.

MIXTO: CO2 FRACTIONAL REVOLUTION

Si tratta di una interessante innovazione per il trattamento di refreshing del volto e fotoinvecchiamento cutaneo. Dopo una sola seduta, si possono ottenere miglioramenti evidenti nel colore e nella trama della pelle, ed anche una importante riduzione di imperfezioni morfologiche come rughe, cicatrici e lesioni pigmentate.

IL TRATTAMENTO

La seduta può durare all’incirca 20 ai 25 minuti – è effettuata in regime ambulatoriale. Viene trasmessa sulla superficie della pelle una matrice di minuscoli punti ad elevata intensità, la quale produce una sensazione di calore che può essere più o meno intensa, in base alla zona trattata.

I RISULTATI RAGGIUNGIBILI

I risultati ottenuti sono visibili già dopo una sola seduta. Se si decide di ricorrere ad altri trattamenti, si consiglia di programmarli a distanza di 40/60 giorni. Una volta terminata la guarigione, si possono osservare continui miglioramenti di rughe e imperfezioni cutanee grazie alla produzione di nuovo collagene, che si protrae per i successivi sei mesi.